ʟᴏʀᴇᴛᴏ ꜱᴜʟʟ’ɪꜱᴏʟᴀ

È la facciata della grande chiesa di Santa Maria di Loreto che arricchisce il patrimonio architettonico di Forio d’Ischia, col suo ampio portale in pietra lavica e i due campanili con cupolini maiolicati a forma di pera. Anche in questo caso la storia locale si fonde con le voci leggendarie che narrano di marinai originari di Ancona che fondarono un oratorio dedicato a San Nicola da Tolentino e portarono in terra ischitana il culto della Madonna di Loreto. Era il XIV secolo e dell’originaria chiesa gotica non rimane che qualche sparuta traccia. La presenza della chiesa produsse un’intensificarsi dell’abitato che dalla chiesa collinare di San Vito raggiungeva la costa ove era stata innalzata questo nuovo edificio di culto. Nasce un vero polo di interesse locale che si amplierà nei secoli che verranno.

Categories: Uncategorised

Unisciti alla community di Museide

Vieni a vivere nuove esperienze di viaggio e incontra tanti appassionati come te.
Scarica l’app di Museide dal tuo Store.